Mascherina Antivirus, le diverse certificazioni e come farla in casa

In seguito alla pandemia da Coronavirus, una delle cose più difficili da rimediare in questo periodo, sono proprio le mascherine, insieme a tanti altri prodotti (come ad esempio igienizzanti gel per le mani, primo tra tutti Amuchina).

Visto che in questo blog parliamo anche di viaggi, in questo articolo volevo spiegare per bene la differenza tra i vari tipi di certificazione delle mascherine (FFP1, FFP2, FFP3, N95, N99 e N100) e inoltre un ottimo video su come realizzare un buon tipo di mascherina, non di carta, ma in cotone.

Questo articolo è puramente informativo, per qualsiasi informazione, fare riferimento sempre al sito del Ministero della Salute. Di seguito i link principali riguardo questa emergenza virus:


Le diverse certificazioni e gradi di protezione del filtro

Le maschere respiratorie, hanno una funzione protettiva da aerosol, polveri fini acquose e oleose e fumi durante il lavoro. La normata a livello europeo riguardante la loro funziona protettiva è la EN 149 (Norme Europee sui Dispositivi per la Protezione delle Vie
Respiratorie).

I diversi tipi di maschera si dividono in:

  • Facciale: un dispositivo che copre naso e bocca.
  • Semi-maschera: un dispositivo che copre naso, bocca e possibilmente mento.
  • Maschera a pieno facciale: un dispositivo che copre occhi, naso, bocca e possibilmente mento.
  • Respiratori a Pressione Negativa: respiratori che sfruttano la potenza polmonare per prelevare
    aria contaminata dall’atmosfera e depurarla attraverso un filtro.
  • Sistemi a Ventilazione Assistita:  sistemi che utilizzano un motore elettrico ventilato per prelevare
    aria contaminata dall’atmosfera, farla passare attraverso un filtro e insufflarla pulita all’interno del
    facciale.
  • Sistemi ad Aria Compressa: sistemi che forniscono aria pulita di qualità respirabile da una fonte
    indipendente direttamente al facciale.

Le classi di protezione secondo la normativa europea EN149:2001 si dividono in:

  • FFP1, FFP2 e FFP3.

Dove le lettere FF stanno per “facciale filtrante”, la lettera P indica la “protezione dalla polvere” (dall’inglese Filtering Face Piece), mentre i numeri 1, 2, 3 identificano il livello crescente di protezione:

  • FFP1: Questa mascherina filtra almeno l’80% delle particelle che si trovano nell’aria con dimensioni fino a 0,6 μm.
  • FFP2: Questa mascherina filtra almeno il 94% delle particelle che si trovano nell’aria con dimensioni fino a 0,6 μm.
  • FFP3: Questa mascherina filtra almeno il 99% delle particelle che si trovano nell’aria con dimensioni fino a 0,6 μm.

Le classi di protezione approvate dal governo USA presso l’Istituto Nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro si dividono in:

  • N95, N99 o N100.

Queste certificazioni sono approvate dal governo degli Stati Uniti presso il NIOSH (National Institute for Occupational Safety and Health) dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ma molto inferiori alle nostre classificazioni. La certificazione NIOSH N95, ad esempio, significa che la mascherina dovrebbe filtrare il 95% delle particelle superiori a 0,3 micron, che è una dimensione molto più piccola del PM 2,5. I respiratori N99 filtrano, più o meno, il 99% di queste particelle.

  • N95: Questa mascherina filtra almeno il 95 percento di particelle di test molto piccole (0,3 micron)
  • N99: Questa mascherina filtra almeno il 99 percento di particelle di test molto piccole (0,3 micron)
  • N100: Questa mascherina filtra almeno il 99,97 percento di particelle di test molto piccole (0,3 micron)

Il CoronaVirus ha una dimensione variabile tra i 0,08 e i 0,16 μm, ma si trasmette solo con le goccioline volatili emesse dalle persone contagiose tramite tosse e starnuti, di dimensioni almeno di 5 micron, capaci di allontanarsi massimo 1,5-2 metri dalla persona contagiosa, con una persistenza nell’aria pochi secondi. Un altro metodo di trasmissione è tramite il contatto fisico, ad esempio tramite le mani, o toccando superfici contaminate, per questo è importante seguire le norme di prevenzione da contagio del coronavirus.

Mentre tutte le mascherine sopra citate sono regolamentate da norme precise sul loro potere di filtrazione, le mascherine chirurgiche (che spesso vediamo, di colore verde e più sottili), non funzionano per proteggersi da agenti patogeni, ma sono comunque utili in quanto nel caso noi siamo infetti, a proteggere le altre persone, visto il modo in cui si propaga il virus, indicato nelle righe precedenti. 


Maschere fatte in casa, ecco un ottimo video tutorial

Tra i tanti tutorial presenti in rete, questo sicuramente è uno dei migliori.


Mappa Contagio Corona Virus in tempo reale

La prima mappa indica i dati del contagio da corona virus di tutto il mondo.

La seconda mappa indica i dati del contagio da corona virus in tutta Italia, con i valori regione per regione, indicano anche le principali province.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *